Pubblicato il Lascia un commento

Armand de Brignac 0.75

armand de brignac 0.75

1950, ci troviamo in Francia, precisamente nella Loira, una regione del nord-ovest. Nelly Cattier legge un romanzo e rimane affascinata da un nome in particolare: Mr de Brignac. Un nome talmente affascinante da ritenersi perfetto per un grande vino d’oltralpe. La Signora lo registrò immediatamente, anche se il progetto rimase fermo per anni. Cinquant’anni dopo, i figli Jean Jacques e Alexandre riscoprirono l’intuizione della madre, assegnando questo nome a un nuovo progetto della loro grande maison: uno Champagne di fascia altissima, figlio di una produzione che va avanti da addirittura trecento anni. Ecco da dove nascono i celeberrimi Armand de Brignac da 0.75 presenti sul nostro sito.

Le bottiglie di Armand de Brignac da 0.75.

Questo Champagne è inconfondibile già a partire dall’involucro che lo racchiude. Le bottiglie non sono trasparenti, bensì laminate con una patina ottenuta dal bagno del vetro in oro, quindi etichette in peltro applicate a mano e raffiguranti una picca stilizzata. Tutto questo rende ogni bottiglia di Armand de Brignac da 0.75 unica nel suo genere e considerabile sempre un pezzo da collezione. Sul nostro sito ecco tre dei quattro prodotti:

  • Armand de Brignac Blanc de Blancs. Bottiglia dalle tinte bianche, è il fiore all’occhiello della maison e del nostro sito.
  • Armand de Brignac Green Box. Verde, nasce come dono per il vincitore del Master Tournament Golf.
  • Armand de Brignac Gold Box. La prima prodotta, l’originale vestita d’oro.
armand de brignac

Lo Champagne.

Come ogni Champagne che si rispetti, nasce dai vitigni classici:

  • Chardonnay.
  • Pinot Noir.
  • Pinot Meunier.

Proprio in quelle vigne che Luigi XV aveva scelto per produrre il suo vino personale, ecco la raccolta delle uve. Tutto il processo di produzione vede protagonista pochissime persone, le quali si occupano della pressatura, l’imbottigliamento, il remuage, la rotazione continua della bottiglia che origina le bollicine. Infine l’inserimento del liqueur de tirage, elemento che rende inconfondibile questo pezzo da collezione. Solo dopo che tutto questo è terminato, si può procedere all’invecchiamento.

Ogni bottiglia si trasferisce nelle cantine del castello di famiglia, a 30 metri di profondità e una temperatura perfetta per l’affinamento.

Vuoi essere anche tu fra i pochi fortunati al mondo a poter godere di un tale tesoro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.