Pubblicato il Lascia un commento

Denominazione dei vini, scopriamone di più

denominazione dei vini

Quando ci accingiamo a comprare una bottiglia di vino ci preoccupiamo sempre di leggerne l’etichetta. Qui troviamo molte informazioni importanti fra le quali sempre qualcosa che fa riferimento alla denominazione dei vini. Questo, conoscendo per bene a cosa si riferiscono, può guidare la nostra scelta in quanto consumatori.

In Italia le denominazioni sono cinque e sono le seguenti:

  1. Vino
  2. Vino Varietale
  3. Vino IGT
  4. Vino DOC
  5. Vino DOCG

A queste poi bisognerà aggiungere le categorie imposte dall’U.E. che contraddistingue fra vini che hanno una correlazione stretta col territorio, IGP e DOP, e vini che invece non ce l’hanno.

denominazione dei vini

La classificazione in base alla denominazione dei vini.

In Italia quella che incontriamo è una vera e propria gerarchia fra i vini. Alla base troviamo i vini privi di denominazione. Questi derivano da uve che non hanno alcun vincolo territoriale o cose che ne regolino la produzione. Non sono necessariamente vini di scarsa qualità, piuttosto sarà consigliabile approfondirne la conoscenza prima di acquistarlo.

I vini varietali sono semplicemente dei blend di uve internazionali.

I vini IGT sono vini che portano il nome della zona geografica da cui provengono. Per ottenere questa denominazione è necessario rispettare una regola: osservare il disciplinare indicato dall’U.E. per i vini IGP. Esclusi i precedenti due, i vini IGT sono all’ultimo posto fra i vini con denominazione ma troviamo comunque grandi vini che la riportano. Per esempio il Solaia di Antinori.

La sigla DOC si riferisce a vini provenienti da zone particolarmente vocate a prodotti di qualità e che hanno mantenuto per cinque anni almeno la denominazione IGT. Devono necessariamente esprimere alcune peculiarità e superare fasi di valutazione da parte di team di esperti. In Italia ci sono ben 330 DOC.

Infine la DOCG. Sigla riservata a quei vini che hanno mantenuto per dieci anni la denominazione DOC, consolidando un certo prestigio riconosciuto generalmente. Sono necessarie procedure di controllo effettuate anche tramite l’assaggio da parte di una commissione di esperti, garanzia di affidabilità.

Il tuo vino preferito che denominazione porta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.