Pubblicato il Lascia un commento

Come bere un vino invecchiato

come bere un vino invecchiato

Capita a molti di avere una buona bottiglia di vino riposta da qualche parte da anni, o di comprare una bottiglia vecchia in un negozio o un sito internet come il nostro. Bisogna allora fare attenzione ad alcuni dettagli per non rovinarlo, è necessario insomma sapere come bere un vino invecchiato per non sprecarlo. Se lo hai mantenuto bene, (in questo posto Instagram scopri come fare) potrebbe arrivare il momento di stapparlo e non devi assolutamente sbagliare nulla.

Un matrimonio di un figlio, la nascita di un nipote, un compleanno importante… scopriamo questa guida per non farci trovare impreparati mai!

Continua a leggere Come bere un vino invecchiato
Pubblicato il Lascia un commento

La vinificazione in bianco come avviene?

la vinificazione in bianco

Forse non lo sai, ma l’elemento che definisce il colore di un vino non è l’uva, come sarebbe facile credere, bensì la macerazione delle bucce con l’alcol durante la fermentazione. Nello specifico, la vinificazione in bianco consiste sinteticamente nella fermentazione del mosto senza sfruttare la macerazione di quelle parti solide del grappolo, come raspi e vinaccioli. Non è troppo importante il colore della bacca, quanto il rispetto di quello che deve avvenire in quattro tappe:

Continua a leggere La vinificazione in bianco come avviene?
Pubblicato il Lascia un commento

Cos’è l’amaro e come viene prodotto?

cos'è l'amaro

Nel nostro blog torniamo a parlare dopo diverso tempo del classico drink da fine pasto italiano. Rispondiamo a chi si è mai chiesto, in pratica cos’è l’amaro? Diamo subito la risposta più immediata e sintetica: l’amaro è un liquore che nasce dall’infusione in soluzione alcolica di un mix di erbe. Possiede prevalentemente un sapore amaro e ha una gradazione minima di 15°.

Già in tempi molto antichi si usava far macerare piante, radici oppure spezie nel vino, questo al fine di ottenere delle bevande digestive e curative dell’apparato digerente. Unite alle conoscenze di botanica dei monaci europei, ecco la nascita degli amari in Italia. Le erbe officinali venivano coltivate nei monasteri al fine di produrre liquori che aiutassero a digerire e a curare disturbi vari. Tutto questo vive una storia secolare, che ha visto gli amari uscire dai monasteri per divenire vere e proprie medicine da farmacia, quindi prodotti artigianali e industriali di cui l’Italia è di gran lunga il maggiore produttore.

Continua a leggere Cos’è l’amaro e come viene prodotto?
Pubblicato il Lascia un commento

Produzione del rum, come avviene?

produzione del rum

Quali sono i processi che sono necessari per la produzione del rum? Tutti gli amanti di questo prelibato distillato se lo saranno chiesti almeno una volta e se tu sei uno di quelli oggi ci siamo qua noi a soddisfare la tua curiosità.

Ovviamente partiamo col chiarire da cosa nasce questo prodotto: la canna da zucchero. Si tratta di una pianta che ricorda moltissimo il bambù e che effettivamente appartiene alla stessa categoria di piante. Contiene uno zucchero semplice, il saccarosio, che la rende unica perché nella maggioranza delle altre piante troviamo l’amido. Sono poi due gli elementi della canna da zucchero che possono essere utilizzati per la produzione del rum, la melassa oppure gli scarti ottenuti dalla produzione dello zucchero. Poi ovviamente ecco una sottolineatura per i rum agricoli, i quali prevedono l’utilizzo di puro succo.

Continua a leggere Produzione del rum, come avviene?
Pubblicato il Lascia un commento

Qualità dello Champagne, come riconoscerla?

qualità dello champagne

Non si tratta di un semplice vino spumante, piuttosto di un’autentica leggenda. Chiunque beva un sorso di Champagne assapora letteralmente secoli di storia, a partire dall’intuizione del monaco benedettino Pierre Pérignon, fondatore della nota casa produttrice. Costui non inventò lo Champagne, che era giù un vino (anche se fermo) famoso in Francia, ma fu comunque un personaggio chiave nella storia. Costui ebbe un’intuizione, capire come permettere all’effervescenza di un vino di mantenersi intatta fino al momento del servizio. Lo fece sfruttando il tappo di sughero, che proprio a cavallo fra il XVII e il XVIII secolo iniziava a essere utilizzato per tappare le bottiglie. Ma non è di questo che vogliamo davvero parlarvi oggi, vogliamo in realtà spiegarvi come fare a riconoscere la qualità dello Champagne in una bottiglia. Perché sì, possiamo capire facilmente se uno Champagne è di qualità oppure meno. Scopriamo come fare!

Continua a leggere Qualità dello Champagne, come riconoscerla?