Pubblicato il Lascia un commento

Cos’è il perlage?

cos'è il perlage

Abbiamo parlato già di Bollicine sia nel blog che sui Social, per esempio sappiamo già come si produce un Franciacorta, ma c’è un dettaglio di cui non abbiamo mai parlato. Siamo sicuri che, se hai passione per le Bollicine, ne hai sentito parlare ma anche che forse non hai ben chiaro di cosa parliamo. Cos’è il perlage? Un vocabolo francese molto utilizzato che fa riferimento all’effervescenza di un vino spumantino, quelle bollicine che si formano quando il liquido viene versato in un bicchiere. Ma la vera domanda è: perché e come si forma il perlage? Scopriamolo insieme!

perlage di uno spumante

Piuttosto del cos’è capiamo come si forma il perlage!

Abbiamo capito che è una caratteristica tipica dei vini frizzanti, una conseguenza della presenza di anidride carbonica che nei vini fermi è minima, mentre nelle Bollicine è molto elevata. Ecco allora un processo chimico che si sviluppa durante la seconda fermentazione e che trasforma zuccheri e lieviti in anidride carbonica, la quale sarà in trappola all’interno della bottiglia. Quando questa sarà aperta, ecco un nuovo processo a portare l’anidride carbonica nel suo classico stato gassoso, così da formare le classiche bollicine. Le troveremo in superficie in un secondo, a formare la spuma, una piccola catena di perle che oltralpe e in tutto il mondo chiamiamo perlage!

Non è una pura questione estetica tuttavia, perché queste piccole perle risalendo in superficie enfatizzano i profumi del vino e rafforzano la freschezza gustativa. Affinché tutto questo avvenga, è necessario rispettare alcune caratteristiche. Cos’è dunque che permette al perlage di migliorare l’esperienza del degustatore? Le risposte sono ben quattro:

  • Dimensione
  • Entità
  • Persistenza
  • Tempo di risalita in superficie

Vediamo tutto nel dettaglio!

Ebbene se ci troviamo di fronte a bollicine fini, numerose quante persistenti e che raggiungono velocemente la superficie, potremo prendere in considerazione di prepararci a degustare un vino di una considerevole qualità. Il perlage, in tal caso, favorirà una maggiore percezione di ogni profumo.

Bollicine più grosse ma meno numerose, evanescenti quanto lente, saranno sinonimo di bassa qualità. Faranno fatica a raggiungere la superficie e non potranno rilasciare gli aromi.

Essendo una caratteristica importante di una Bollicina, il perlage è spesso citato nella descrizione di una bottiglia. Per questa ragione consigliamo sempre di dare uno sguardo alle caratteristiche del prodotto a fare attenzione a dettagli come questo, che come spiegato sono molto indicativi della qualità del prodotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.